I Benefici del Bosco scoperti con il Naso Elettronico della Ion Science Italia!

Monitoraggio ambientale sulla Nave Scuola Palinuro della Marina Militare
27 Agosto 2019
I benefici dei Composti Organici Volatili Biogenici BVOC
20 Gennaio 2020

Novità nel modo della salute , i benefici del bosco scoperti con il naso elettronico!

Secondo una recente ricerca condotta  dal CNR di Firenze  in collaborazione con Ion Science Italia   , che ha fornito la strumentazione, le piante delle foreste sono in grado di rilasciare sostanze miracolose facenti parte dei  Composti Organici Volatili COV , che danno  benefici inimmaginabili sulla nostra salute fisica e mentale.

Questa scoperta ha dell’incredibile ; si tratta  di vapori di oli essenziali e resine  che vengono rilasciati naturalmente da alcune piante , esistono paesi come il Giappone che riconoscono  attraverso il servizio sanitario la Terapia Forestale o bagno nella foresta; il famoso Forestbathing  che comporta grandi benefici in termini psico-fisiologici.

 

In effetti  si possono considerare le foreste dei centri benessere gratuiti delle vere e proprie SPA.

Secondo questa ricerca, gli orari migliori per avere maggior beneficio sono il primo mattino e dopo mezzogiorno.

Il tutto ci viene rivelato da uno studio del Consiglio Nazionale delle Ricerche – HCT-Agrifood Laboratory dell’Istituto per la bioeconomia (Cnr-Ibe), svolto in collaborazione con il CAI Club Alpino Italiano, il laboratorio di monitoraggio e modellistica ambientale per lo sviluppo sostenibile.

“Armati di zaino, scarponi e di un ‘naso elettronico’ di ultima generazione  ,settato su alcune molecole ,da agosto a ottobre di quest’anno abbiamo percorso strade forestali e sentieri del Cai sull’Appennino Tosco-Emiliano, in particolare tra la Foresta del Teso in provincia di Pistoia e l’Abetina Reale in provincia di Reggio Emilia. Abbiamo così scoperto che la concentrazione dei composti organici volatili emessi da piante e suolo cambiava radicalmente nel giro di meno di un’ora e di poche centinaia di metri”, prosegue il fisico ricercatore  del C.N.R. – I.B.E  Dott. Francesco Meneguzzo,   membro del Comitato scientifico toscano ‘Fiorenzo Gei’ del Club alpino italiano, per il quale sta conducendo il progetto Riforest.

Lo studio s’intitola Temporal and spatial variability of volatile organic compounds in the forest atmosphere e lo potremo leggere sulla rivista International Journal of Environmental Research and Public Health. 

 

I composti organici volatili biogenici sono i principali elementi che rendono l’ambiente forestale benefico per la salute delle persone e questo è evidenziato da moltissime ricerche e si sono potuti rilevare grazie alla tecnologia della Ion Science Italia una azienda di Bologna che commercializza  Fotoionizzatori  ovvero nasi elettronici che utilizzano speciali lampade a fotoionizzazione.

Questa tecnologia programmata  nel modo giusto consente di rilevare alcuni Composti Organici Volatili come  per esempio   i terpeni che hanno un riscontro positivo ed immediato sull’essere umano.

 

|

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi